Formazione in ingresso

Le Wikischool, dovendo basare la propria attività su veri e propri “Progetti didattico-strutturali” frutto di elaborazione collettiva, ricorrono necessariamente a procedure articolate di reclutamento dei docenti per garantirsi la disponibilità di personale capace di condividere le finalità e l’articolazione del “Progetto” stesso e di lavorare in équipe e in modo creativo. Già a partire dal Decreto del 2006, le tre scuole hanno realizzato una procedura trasparente e formale per questo obiettivo.

In ogni Scuola un apposito gruppo di lavoro, variamente denominato (Comitato di valutazione, Commissione Reclutamento, ecc.; di seguito sarà convenzionalmente indicato come Comitato) e individuato dal Collegio dei Docenti, si occupa della selezione del personale. Il Comitato predispone e sperimenta i percorsi di valutazione e auto-valutazione. Inoltre, lavorando in sinergia con la Commissione Formazione e Sviluppo professionale, monitora i bisogni formativi dei docenti in ingresso. Il ruolo del Comitato è quello di selezionare, ma anche di preoccuparsi dell’accoglienza e dell’inserimento del docente. Tutte le procedure messe in atto permettono di riflettere, confrontarsi, esplicitare bisogni, orientare, formare, rinforzare la motivazione, riformulare “il patto” professionale tra gli operatori, individuare nuovi docenti con criteri oggettivi che vanno oltre le dichiarazioni iniziali di intenti e puntano ad un’esplicita condivisione di metodologie e di strategie in un percorso di ricerca-azione.

La condivisione della valutazione delle prestazioni e delle procedure da parte di tutti i docenti, in servizio e neoassunti, permette di agire consapevolmente in una cornice dell’imparare ad imparare e di incrementare la propria efficacia. Di conseguenza, si sta definendo il profilo del docente impegnato nel ruolo di valutatore e si sono resi disponibili modelli e percorsi di selezione e autovalutazione delle prestazioni professionali dei docenti.

La procedura di reclutamento si rivolge al personale assunto con contratto a tempo sia indeterminato sia determinato e si avvia con la emanazione, da parte dei Dirigenti scolastici, di specifici bandi di concorso, sulla base delle indicazioni provenienti dalla comunità professionale relativamente alle competenze specifiche da richiedere ai candidati in base ai bisogni della scuola per la realizzazione e/o per garantire la continuità delle attività previste dal Progetto e dal POF, ai criteri per la valutazione dei titoli e per l’attribuzione dei punteggi e alle conoscenze richieste ritenute indispensabili.

Informazioni aggiuntive